Please use this identifier to cite or link to this item: http://elea.unisa.it:8080/xmlui/handle/10556/357
Title: Forza Italia. Nascita, evoluzione e sviluppo del centro destra italiano (1993-2001)
Authors: Marino, Andrea
Mazzetti, Massimo
Pinto, Carmine
Keywords: Partiti
Partiti di destra
Berlusconi, Silvio
Issue Date: 22-Jun-2012
Publisher: Universita degli studi di Salerno
Abstract: Nel 1994 culminò la crisi del sistema politico e si aprì una nuova fase della democrazia in Italia. Nelle elezioni di marzo vinse il Polo delle Libertà. Forza Italia ottenendo il 21 per cento ed otto milioni di voti divenne il primo partito in Italia. Il suo leader, Silvio Berlusconi, veniva nominato presidente del Consiglio. Dopo cinquanta anni di sostanziale immobilità del sistema politico a guidare l’esecutivo ci sarebbe stato un partito nato solo pochi mesi prima. La crisi del biennio 1992-93 aveva portato al dissolvimento delle forze politiche che avevano guidato l’Italia dal postfascismo. L’alleanza di pentapartito che aveva retto le redini del governo nell’ultimo decennio semplicemente non esisteva più. Compariva Forza Italia, il movimento attorno al quale, Silvio Berlusconi, aveva costruito la coalizione che aveva sconfitto l’alleanza di sinistra. Nei suoi quattordici anni di vita, Forza Italia, ha rappresentato la novità più consistente del quadro politico scaturito dopo la crisi e la fine della «Prima repubblica». Berlusconi è stato due volte presidente del Consiglio e il suo partito ha avuto sempre risultati elettorali eccellenti, radicandosi, con il passare del tempo, sul territorio, con migliaia di militanti ed amministratori. Elettoralmente Forza Italia ereditò, come è emerso dalle ricerche sui flussi elettorali, sempre con maggiore consistenza, il voto moderato e il radicamento territoriale che fu del pentapartito. A cui poi seguì anche un trasferimento dei gruppi dirigenti della vecchia maggioranza di governo. Partito in sordina, in periferia, attraverso le elezioni amministrative, è poi diventato un fenomeno rilevante anche a livello nazionale, soprattutto dopo il 2001. Nel contempo molti dirigenti nazionali artefici della “rivoluzione del ‘94” invece, seguendo il percorso inverso, tornarono in provincia come sindaci e governatori... [a cura dell'autore]
Description: 2010 - 2011
URI: http://hdl.handle.net/10556/357
Appears in Collections:Storia

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
tesi A. Marino.pdftesi di dottorato3,31 MBAdobe PDFView/Open
abstract in inglese A. Marino.pdfabstract in inglese a cura dell’autore203,1 kBAdobe PDFView/Open
adstract in italiano A. Marino.pdfabstract in italiano a cura dell’autore257,05 kBAdobe PDFView/Open


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.