È l’archivio aperto dell’Università degli Studi di Salerno. Nasce come deposito istituzionale delle tesi di dottorato discusse nell’Ateneo, rese disponibili a testo pieno sul web per la libera consultazione, in attuazione dei principi della Dichiarazione di Berlino e della Dichiarazione di Messina e su delibera del senato Accademico del 27 aprile 2010. Ha incluso successivamente alcune riviste scientifiche ad accesso aperto ("Translational Medicine @ Unisa ","Testi e linguaggi","Misure critiche"), Working Papers e Salernum - Biblioteca digitale salernitana, una collezione di documenti e libri di argomento o produzione prevalentemente salernitani. Dal 2012 EleA confluisce su PLEIADI (Portale per la Letteratura scientifica Elettronica Italiana su Archivi aperti e Depositi Istituzionali); è presente sulle maggiori piattaforme europee di open access (OpenAire, OpenDOAR, ROAR).

Il progetto Salernum – Biblioteca digitale salernitana è realizzato con la collaborazione della Società Salernitana di Storia Patria, della Biblioteca Provinciale di Salerno, dell’Archivio di Stato di Salerno, della direzione della rivista “Bollettino storico di Salerno e Principato Citra”, che rendono disponibili documenti in loro possesso o di loro proprietà intellettuale.

I materiali pubblicati nella teca Il Centenario della Grande Guerra 2014-2018 confluiscono nel portale nazionale 14-18 – Documenti e immagini della Grande Guerra, prodotto e curato dall’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane (MIBAC).

Dal 2017 EleA aderisce anche al progetto nazionale Magazzini Digitali (Fondazione Rinascimento Digitale, Biblioteche Nazionali Centrali di Firenze e di Roma) per la conservazione permanente dei documenti elettronici pubblicati in Italia e diffusi tramite rete informatica, in attuazione della normativa sul deposito legale (L. 106/2004, D.P.R. 252/2006).

Il progetto è curato dal Centro Bibliotecario di Ateneo e dall´Ufficio Gestione Sistemi Informativi delle Biblioteche di Ateneo, con il supporto tecnico dell´Ufficio Sistemi Tecnologici

  • Nota dei curatori 

    Diddi, Cristiano (2017)
  • Images as discursive praxes: Mick Jagger in Tangiers 

    Akabli-Abdeladim Hinda, Jamal (Avellino : Associazione culturale Internazionale Sinestesie, 2019)
    Images do not simply grow of their own volition in meadows unplanted and unwatered. Inundating screens and even walls, images pervade and invade every inch of our privacy. So pervasive and invasive has this presence become ...
  • The 2011 Constitution: the Moroccan Amazigh Woman’s Empowerment 

    El Aissi, Hanane (Avellino : Associazione culturale Internazionale Sinestesie, 2019)
    The new millennium has signaled a new phase for Moroccan women’s legal triumph. The 2004 Family Code and the 2011Constitution are until now the main achievements of Moroccan women’s feminist movement. In addition to granting ...
  • Compromettersi fino in fondo per il teatro: l’eredità di Paolo Grassi a cento anni dalla nascita 

    Garavaglia, Valentina (Avellino : Associazione culturale Internazionale Sinestesie, 2019)
    A professional driven by an ardent intellectual curiosity, with his gaze firmly fixed on the future, Paolo Grassi left his mark on the culture of the twentieth century thanks to his strong spirit of innovation, oriented ...
  • Il ‘mondo’ dei Padri della Chiesa fra Occidente e Oriente 

    Kijas, Zdzisław J. (2017)
    The “world” of the Church’s Fathers. Between Occident and Orient – the same Spirit but a different Sensibility The word Father is used in the New Testament to mean a teacher of spiritual things: “For if you have ten ...

Visualizza piu' informazioni