È l’archivio aperto dell’Università degli Studi di Salerno. Nasce come deposito istituzionale delle tesi di dottorato discusse nell’Ateneo, rese disponibili a testo pieno sul web per la libera consultazione, in attuazione dei principi della Dichiarazione di Berlino e della Dichiarazione di Messina e su delibera del senato Accademico del 27 aprile 2010. Ha incluso successivamente alcune riviste scientifiche ad accesso aperto ("Translational Medicine @ Unisa ","Testi e linguaggi","Misure critiche"), Working Papers e Salernum - Biblioteca digitale salernitana, una collezione di documenti e libri di argomento o produzione prevalentemente salernitani. Dal 2012 EleA confluisce su PLEIADI (Portale per la Letteratura scientifica Elettronica Italiana su Archivi aperti e Depositi Istituzionali); è presente sulle maggiori piattaforme europee di open access (OpenAire, OpenDOAR, ROAR).

Il progetto Salernum – Biblioteca digitale salernitana è realizzato con la collaborazione della Società Salernitana di Storia Patria, della Biblioteca Provinciale di Salerno, dell’Archivio di Stato di Salerno, della direzione della rivista “Bollettino storico di Salerno e Principato Citra”, che rendono disponibili documenti in loro possesso o di loro proprietà intellettuale.

I materiali pubblicati nella teca Il Centenario della Grande Guerra 2014-2018 confluiscono nel portale nazionale 14-18 – Documenti e immagini della Grande Guerra, prodotto e curato dall’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane (MIBAC).

Dal 2017 EleA aderisce anche al progetto nazionale Magazzini Digitali (Fondazione Rinascimento Digitale, Biblioteche Nazionali Centrali di Firenze e di Roma) per la conservazione permanente dei documenti elettronici pubblicati in Italia e diffusi tramite rete informatica, in attuazione della normativa sul deposito legale (L. 106/2004, D.P.R. 252/2006).

Il progetto è curato dal Centro Bibliotecario di Ateneo e dall´Ufficio Gestione Sistemi Informativi delle Biblioteche di Ateneo, con il supporto tecnico dell´Ufficio Sistemi Tecnologici

  • Public History. A Textbook of Practice 

    Cauvin, Thomas <Colorado State University, United States> (Cauvin, T., Public History. A Textbook of Practice. 2016, New York; London: Routledge, 2016)
    Public History: A Textbook of Practice is a guide to the many challenges historians face while teaching, learning, and practicing public history. Historians can play a dynamic and essential role in contributing to public ...
  • Per una public history italiana 

    Carrattieri, Mirco (Carrattieri, M., Per una public history italiana. “Italia Contemporanea”, 2019, 289, pp. 106-21, 2019)
    Il testo presenta una breve ricostruzione dei testi usciti in italiano sulla public history, con alcune note interpretative. Si sofferma in particolare sui dibattiti sull'uso pubblico della storia e sulla comunicazione ...
  • La sfida della Public History 

    Botti, Alfonso (Botti, A., La sfida della Public History. In Public History. Discussioni e pratiche. 2017, Milano; Udine: Mimesis Edizioni, pp. 97-106, 2017)
  • Il vantaggio dell’arretratezza? Innovazione e tradizione nella via italiana alla public history 

    Bistarelli, Agostino (Bistarelli, A., Il vantaggio dell’arretratezza? Innovazione e tradizione nella via italiana alla public history. “Italia Contemporanea”, 2019, 289, pp. 97-105., 2019)
    La nota ricostruisce il percorso che ha portato alla creazione dell’Associazione italiana di public history e alle prime Conferenze nazionali. Questo processo di definizione della disciplina viene presentato alla luce di ...
  • For what it is ‘worth’? Neoliberalism and Public History 

    De Groot, Jerome (J. De Goot, For what it is ‘worth’? Neoliberalism and Public History, «Public history weekly», 2018, Vol. 6, n. 12, 2018)
    This work arose from considerations of the relationship between Public History and the newly marketized UK University sector, mainly through focussing on the skills and impact agenda. Does Public History offer a resistance ...

Visualizza piu' informazioni