È l’archivio aperto dell’Università degli Studi di Salerno. Nasce come deposito istituzionale delle tesi di dottorato discusse nell’Ateneo, rese disponibili a testo pieno sul web per la libera consultazione, in attuazione dei principi della Dichiarazione di Berlino e della Dichiarazione di Messina e su delibera del senato Accademico del 27 aprile 2010. Ha incluso successivamente alcune riviste scientifiche ad accesso aperto ("Translational Medicine @ Unisa ","Testi e linguaggi","Misure critiche"), Working Papers e Salernum - Biblioteca digitale salernitana, una collezione di documenti e libri di argomento o produzione prevalentemente salernitani. Dal 2012 EleA confluisce su PLEIADI (Portale per la Letteratura scientifica Elettronica Italiana su Archivi aperti e Depositi Istituzionali); è presente sulle maggiori piattaforme europee di open access (OpenAire, OpenDOAR, ROAR).

Il progetto Salernum – Biblioteca digitale salernitana è realizzato con la collaborazione della Società Salernitana di Storia Patria, della Biblioteca Provinciale di Salerno, dell’Archivio di Stato di Salerno, della direzione della rivista “Bollettino storico di Salerno e Principato Citra”, che rendono disponibili documenti in loro possesso o di loro proprietà intellettuale.

I materiali pubblicati nella teca Il Centenario della Grande Guerra 2014-2018 confluiscono nel portale nazionale 14-18 – Documenti e immagini della Grande Guerra, prodotto e curato dall’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane (MIBAC).

Dal 2017 EleA aderisce anche al progetto nazionale Magazzini Digitali (Fondazione Rinascimento Digitale, Biblioteche Nazionali Centrali di Firenze e di Roma) per la conservazione permanente dei documenti elettronici pubblicati in Italia e diffusi tramite rete informatica, in attuazione della normativa sul deposito legale (L. 106/2004, D.P.R. 252/2006).

Il progetto è curato dal Centro Bibliotecario di Ateneo e dall´Ufficio Gestione Sistemi Informativi delle Biblioteche di Ateneo, con il supporto tecnico dell´Ufficio Sistemi Tecnologici

  • L’haiku di Yosa Buson nelle «Quartine vallesane» di R. M. Rilke 

    Maiorano, Eliana (Avellino : Associazione culturale Internazionale Sinestesie, 2020)
    L’estetica e la poesia giapponese hanno ricoperto un ruolo fondamentale nello sviluppo del linguaggio che ha caratterizzato le ultime opere di Rainer Maria Rilke. Alla ricerca di un compromesso tra la sfera dell’essere e ...
  • Cuore intraveggente 

    Iannarone, Gennaro (Avellino : Associazione culturale Internazionale Sinestesie, 2021)
    This commentary, tracing, with the title An «in-traveggente» heart, the work Un cuore ascoltante by father Michele Bianco, expresses, in the context of a general sharing of contents, personal considerations and some ...
  • Pulp, media e nuove fonti. I venticinque anni di ‘Gioventù cannibale’ 

    Papadia, Giulio (Avellino : Associazione culturale Internazionale Sinestesie, 2021)
    The paper returns to Gioventù cannibale 25 years after his release. After discussing about his adherence to pulp paradigms, it looks to characterizing aspects of the “cannibale” writ-ing: assimilation of media suggestions, ...
  • «Un libro traumatico». L’ultima stagione poetica di Vittorio Bodini 

    Vantaggiato, Giulia (Avellino : Associazione culturale Internazionale Sinestesie, 2021)
    By publishing Metamorin 1967, Vittorio Bodinistarted his second poetic season. However, it was destined to have a limited sequel due to the death which suddenly happened in 1970. The essay aims to examine the ...
  • Radici. Case. Il professor Annibale Rainone intervista il pittore Prisco De Vivo 

    Rainone, Annibale (Avellino : Associazione culturale Internazionale Sinestesie, 2021)

View more